Andrea Marcolongo - Foto di Paola Colaiocco

Il mito degli Argonauti prende vita a Paestum


Questo Mercoledì, 6 Marzo 2019, Andrea Marcolongo, trentunenne autrice italiana, naturalizzata bosniaca, di capolavori best-seller quali ‘La lingua geniale‘, una ricca ed esauriente esegesi della lingua greca, incontrerà al Polo Museale del Parco Archeologico di Paestum i giovani liceali della provincia di Salerno, per parlare loro del suo nuovo romanzo: ‘La Misura Eroica‘, un romanzo di disamina delle gesta dell’eroe epico Giasone e dei suoi Argonauti salpati alla volta della Colchide alla ricerca del leggendario Vello d’oro, e sull’esatta misura del coraggio data non tanto dalla difficoltà dell’impresa in sè, ma – come afferma la stessa autrice in una intervista a ‘Il Libraio’ – dall’aver tentato di travalicare le proprie limitazioni psico-fisiche attraverso un atto di pura fede, quale quello di Giasone che, al momento di partire, non sa dove quei mari dove lo condurranno con esattezza, ma sa che lo condurranno sicuramente a qualcosa.


La misura eroica era data dall’esperienza di superare se stessi, non dal risultato. Fallire non contava: eroe non era chi vinceva, ma chi ci aveva anche solo provato.

Andrea Marcolongo

Gli eroi, per l’autrice, sono coloro i quali hanno il coraggio di osare, anche con la certezza di fallire o di raggiungere un risultato anche solo parziale. Giasone e i suoi Argonauti sono i campioni eletti dall’autrice per fornire un fulgido esempio di coraggio, ardimento, temperamento e disciplina, mandati alla cerca di un qualcosa di cui effettivamente si conosce ben poco, ma foriero di un potere di seduzione tale da sopire le più recondite angustie di questi nostri e sospingerli ad affrontare i mari e le ire di Nettuno.

L’incontro, voluto fortemente dalla SCABEC, Società Campana dei Beni Culturali, partirà alle ore 11, all’ombra delle metope del tempio di Hera, conservate all’interno delle sale del museo, che si presume sia stato edificato proprio da Giasone e gli Argonauti quale gesto apotropaico contro la mala sorte per questa loro avventura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: